CHI SIAMO

L'Associazione Musicale Gabriel Fauré nasce nel 2004 con l’intento di favorire l’arricchimento culturale del territorio tramite la diffusione della musica e dell’arte, anche fuori dal proprio ambito regionale, promuovendo ed organizzando concerti ed eventi di elevato valore artistico, che vedono la presenza sia di musicisti di provata esperienza che di giovani artisti che si affacciano per la prima volta alla vita concertistica.

Da sempre l’intento dell’associazione è rivolto alla diffusione della cultura musicale e artistica ed alla sensibilizzazione del pubblico di affezionati che da anni segue con passione le attività che essa organizza. Massima espressione della vitalità dell’associazione è rappresentata fin dalla sua costituzione dal Coro da Camera Gabriel Fauré: una formazione vocale di trenta persone circa, di diverse nazionalità, accomunate dalla passione per la musica ed il canto.

Negli anni l’associazione ha lavorato per ampliare la sua offerta musicale con la nascita di nuove formazioni vocali e strumentali:

- PVE Pordenone Vocal Ensemble, formazione vocale nata su progetto di Emanuele Lachin, direttore artistico dell’associazione, che segue la preparazione musicale e tecnico-vocale dei cantori, il cui studio è orientato su un repertorio originale che spazia dalla polifonia classica, a quella contemporanea a prime esecuzioni, con accompagnamento strumentale o a cappella;

- Gabriel Fauré Consort, vocal e instrumental ensemble. L’attività del Coro da Camera cresce di anno in anno, cresce anche il numero di musicisti, professori d’orchestra, docenti di conservatorio e giovani musicisti, che seguono e collaborano con passione all’attività musicale, dando così vita a una ensemble strumentale, che a seconda dei programmi musicali, è composta da un duo oppure  da un ensemble strumentale di 10/15 musicisti.

In quasi 14 anni di attività l’associazione ha organizzato circa 200 concerti: da segnalare 20 esecuzioni in due anni di repliche del Requiem di W. A. Mozart, nella trascrizione a quattro mani di C. Czerny, la partecipazione al “Festival Nei Suoni dei Luoghi”, al “XXX Festival Organistico Internazionale” della città di Treviso, la partecipazione alla stagione musicale del Teatro di Monfalcone, la realizzazione dello spot per PordenoneLegge nel 2016; sempre nel 2016 il Coro da Camera è stato invitato alla Fenice di Venezia per un importante concerto dedicato a Giuseppe Verdi, accompagnato da un’orchestra d’archi, con la presenza di cantanti lirici di fama internazionale.

- Coro Femminile HARMONIA, fondato nel 2018 e diretto dal M° Andrea Tomasi, nasce in collaborazione con il Coro G. Fauré e con la Corale del Duomo s. Marco di Pordenone. 

L’attività dell’associazione è finalizzata alla realizzazione di eventi musicali (“MusiKa”, concerti organizzati in suggestive sale come Palazzo Ragazzoni a Sacile), di vere e proprie esposizioni d’arte (“Musica Arte e…” rassegna musicale organizzata nell’ambito di mostre di quadri o sculture di artisti locali; “Not(t)e al Museo”, titolo che prende spunto dal celebre film americano, dove, per magia, animali e statue si animano di notte, organizzato nei musei cittadini in concomitanza con esposizioni d’arte), alla valorizzazione del  territorio e dei nostri prodotti di nicchia (“Baccantando”, per festeggiare la fine della vendemmia, in una delle rinomate aziende vinicole del pordenonese; “Distillati d’Armonie”, per visitare e degustare i prodotti della rinomata distilleria Pagura di Castions di Zoppola).

L’associazione collabora, inoltre,  per la realizzazione di questi eventi, con altre associazioni, VastaGamma, il Circolo della Cultura e delle Arti di Pordenone, la Società Musicale San Marco di Pordenone, il Quartetto Pezzè, con rinomati musicisti, con importanti aziende quali Magredi di Tombacco, Pitars di San Martino al Tagliamento, la Distilleria Pagura, Il Borgo delle Oche, con le amministrazioni comunali di Sacile, Pordenone, San Quirino, Cordenons, Valvasone, Zoppola, Cordovado e con il teatro di Monfalcone e non da ultimo, con associazioni e amministrazioni del vicino Veneto.

Sempre più consistente è l’attenzione prestata da giornali, radio e televisioni, agli eventi che l’associazione organizza, e numeroso è, di anno in anno, il pubblico che partecipa ed assiste ai numerosi eventi che vengono organizzati.

Da qualche anno l’Associazione si impegna, in concomitanza con gli eventi, coinvolgendo importanti realtà impegnate nel sociale a livello nazionale, ad organizzare serate di sensibilizzazione e raccolte fondi per aiutare la crescita e lo sviluppo di progetti ambiziosi destinati a persone e bambini che hanno davvero bisogno di un aiuto, perché attraverso la cultura possiamo anche AIUTARE!

La direzione artistica dell’Associazione Musicale Gabriel Fauré è da sempre, fin dalla sua fondazione, affidata al maestro Emanuele Lachin.

LE FORMAZIONI

DSCN2966_Fotor copia.jpg

CORO DA CAMERA GABRIEL FAURÉ

Il Coro da Camera Gabriel Fauré fondato nel 2008, dal musicista friulano e direttore Emanuele Lachin vanta al suo interno una trentina di elementi di diverse nazionalità. Il Coro rivolge lo studio prevalentemente al repertorio musicale sacro e profano dei periodi classico, romantico e neoclassico, non disdegnando la musica contemporanea e moderna. L’intensa attività concertistica, iniziata nel dicembre del 2008, con il concerto “The Choir and the Beatles” dedicato al quartetto di Liverpool, è proseguita con l’esecuzione del Requiem di W. A. Mozart, nella versione trascritta da C. Czerny per pianoforte a quattro mani, concerto eseguito ben 20 volte su tutto il territorio regionale. Sono seguiti altri progetti musicali quali “The Choir on Broadway” con musiche tratte dal repertorio del Musical americano, “Musica Sacra & Cinema”, una raccolta di colonne sonore utilizzate e/o composte per accompagnare musicalmente importanti pellicole cinematografiche,  “We have a dream” con musiche degli Abba, e nel 2013 l’omaggio a Lucio Battisti “Parole & Emozioni” per il 70° anniversario della nascita con canzoni del cantautore arrangiate dal M° D. Zanettovich. Di pari passo a questi progetti di musica moderna, il coro Fauré si fatto interprete negli anni di importanti pagine della musica classica e sacra: dal Requiem di Haydn, al Te Deum di M. A. Charpentier, da “The Armed Man, A Mass for Peace” del compositore contemporaneo Karl Jenkins al recente "Requiem for the Living" di Dan Forrest.

Quando accompagnato dall'Ensemble Strumentale forma il Gabriel Fauré Consort, instrumental and vocal ensemble.

Nel 2011, 2012 e 2014 il Coro da Camera G. Fauré è stato invitato, al Festival Internazionale della Musica “Nei Suoni dei Luoghi”.

Il 2016 è stato un importante anno per il coro che l’ha visto partecipe in due importanti eventi: a giugno è stato invitato a cantare al Teatro La Fenice di Venezia e nella stessa estate ha realizzato lo spot della 17° Edizione di PordenoneLegge.

PVE PORDENONEVOCALENSEMBLE

Pordenone Vocal Ensemble PVE è una nuova formazione vocale composta da 12 cantori accomunati dalla stessa passione per la musica corale. Il PVE, nato su progetto di Emanuele Lachin che segue la formazione nella preparazione musicale e tecnico-vocale, si propone di intraprendere la ricerca e lo studio di un repertorio originale che spazi dalla polifonia classica, a quella contemporanea a prime esecuzioni, con accompagnamento strumentale e a cappella.

Per le celebrazioni della figura di Leonardo da Vinci, ha eseguito, accompagnato dal Gabriel Fauré Consort lo spettacolo musico teatrale "C'era una Volta... le favole di Leonardo narrate e musicate" con musiche originali di Valter Poles.

DSCN2591.JPG
DSCN4351.JPG

GABRIEL FAURÉ consort

Strumentale o vocale e strumentale, è la nuova formazione dell'Associazione. Requiem for the Living di Dan Forrest e C'era una volta.. le favole di Leonardo sono i progetti musicali ai quali ha partecipato il Consort. Non ultimo i divertentissimi Pierino e il Lupo e Spartiti & manette, entrambi con la partecipazione del duo comico I Papu.

Coro femminile harmonia

Il Coro femminile Harmonia di Pordenone nasce nell’estate del 2018 esordendo  alla Scuola Grande di San Rocco a Venezia e presso l’antistante Chiesa. Successivamente grazie al sodalizio di alcune voci femminili della Corale del Duomo San Marco di Pordenone e del Coro da camera Gabriel Fauré l’organico si amplia; durante tutto il 2019 vengono proposti alcuni concerti nel bellunese e pordenonese con l’esecuzione integrale dei tre mottetti op. 39 per coro femminile di Felix Mendelssohn Bartholdy, con l’accompagnamento di orchestra d’archi. Alla fine 2019, il Coro ha proposto in prima esecuzione italiana il Magnificat di Kim André Arnesen, giovane compositore norvegese, nel Duomo Concattedrale di San Marco a Pordenone, nella versione completa per orchestra, pianoforte, organo, soprano solista e coro femminile, riscuotendo ampi consensi di pubblico e di critica. Attualmente il Coro sta proponendo un repertorio dedicato al Creato, brani di musica corale di compositori viventi, volto alla ricerca di armonia interiore dopo la terribile situazione creatasi con il virus. Gli autori provengono dal Regno Unito, dalla Norvegia, dagli Stati Uniti e dalla Danimarca e sono accomunati da uno stile compositivo moderno, ma legato alla tradizione nordica-anglosassone. I temi trattati nei brani parlano della meraviglia della Natura e di Dio creatore e misericordioso, utilizzando testi poetici contemporanei e biblici, e alcuni verranno presentati prima dell’esecuzione dalle coriste al fine di coinvolgere il pubblico in una sorta di viaggio poetico-sonoro; numerosi i riferimenti anche ad eventi di tragica attualità come l’incendio nel 2017 alla Grenfell Tower di Londra in cui morirono 72 persone.

60f21a24-d411-40d1-a421-9fe60648ff28.jpg
CurriculumAndreaTomasi2020 3.jpg

Andrea Tomasi

Andrea Tomasi, pordenonese, ha compiuto gli studi musicali di Organo presso il Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova con i maestri S. Carnelos, A. Vanzin, frequentando successivamente corsi di perfezionamento con M. Nosetti, L. Rogg, F. Tagliavini. In Italia e all’estero, alterna l’attività concertistica sia come solista sia come accompagnatore di formazioni corali e orchestrali, partecipando ai festivals più importanti. Nutre un particolare interesse ed attenzione al repertorio barocco, sopratutto in veste di accompagnatore di formazioni di ottoni (diverse sono le pubblicazioni discografiche in questo ambito, tra cui “Barocco” per tre trombe, timpani e organo). Numerose sono inoltre le collaborazioni in veste di accompagnatore per Le Giornate del Cinema Muto di Pordenone. E’ autore della “Guida agli organi della Diocesi di Concordia Pordenone” e membro della “Associazione per la Musica Sacra Vincenzo Colombo”. E’ accompagnatore dell'Associazione musicale Gabriel Fauré. Dal 1992 è organista titolare e maestro della Corale del Duomo Concattedrale San Marco di Pordenone. Dal 2018 dirige il Coro femminile Harmonia di Pordenone.

emanuele lachin

Emanuele Lachin ha iniziato gli studi musicali al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia frequentando il corso d’Organo e Composizione organistica.
Si è diplomato in Canto, come tenore al Conservatorio “J. Tomadini” di Udine, perfezionandosi in seguito sotto la guida del M° Shermann Lowe.
Ha studiato Composizione con il M° Daniele Zanettovich ed il M° Stefano Chinca e Direzione d’orchestra con il M° D. Pavlov, docente della cattedra di Direzione d’Orchestra dell’Accademia di Sofia (Bulgaria).

Ha collaborato con cori professionali quali: Coro del Teatro “G. Verdi” di Trieste; Coro del Teatro “La Fenice” di Venezia; “Athestis Chorus” di Este (PD), “Ruggero Maghini” di Torino (produzioni con l’Orchestra Sinfonica della R.A.I.).
Artista eclettico, tra le varie collaborazioni come vocalist è da ricordare quella con Franco Battiato per la realizzazione di alcune opere del musicista siciliano: l’opera ”Il Cavaliere dell’Intelletto”, la “Messa Arcaica” e l’incisione dell’album “L’ombrello e la macchina da cucire”.

Ha interpretato Tancredi nel film “D’amore e di Guerra” per il canale satellitare franco-tedesco ARTE, che ha come sfondo l’opera monteverdiana “Il Combattimento di Tancredi e Clorinda”.
La sua attività direzionale l’ha visto collaborare con varie formazioni orchestrali e corali.
Dal 2015 al 2017 ha diretto il Coro San Marco di Pordenone, dirigendolo in diverse produzioni anche con orchestra, tra le quali il Requiem di G. Fauré ed il Te Deum di M. A. Charpentier.

Ha inciso, sempre come direttore d’orchestra, il CD “Grazie Maestro” con musiche di Lelio Grappasonno, arrangiate da Daniele Zanettovich, per archi e pianoforte.
È stato direttore musicale dell’Aviano Community Theater per il quale ha allestito e diretto musicals tra i quali: Into the Woods, Christmas Carol, Annie, Moby Dick The Musical, Suessical, Jekyll & Hyde.
Per la sua attività di direttore è stato premiato al concorso internazionale Toppers Awards per i musicals Moby Dick The Musical (2007), The Baker’s Wife (2008), Jekyll & Hyde (2010), Xanadu (2014) e Godspell (2017).

Ma la sua più importante creazione è il Coro da Camera Gabriel Fauré, che dirige dal 2004, con il quale svolge un’intensa attività concertistica, sia nel mondo della musica classica che in quella moderna.
Tra le varie esperienze vanno citate la recente esibizione al Teatro La Fenice di Venezia in un concerto con musiche verdiane con orchestra d’archi e la partecipazione del soprano Patrizia Ciofi.

Nel 2019 ha creato il Gabriel Fauré Consort, ensemble vocale e strumentale. Con la sezione strumentale sta portando, nei teatri e sale da concerto, la produzione di “Pierino e il Lupo e i Papu”, una rivisitazione della favola di Sergej Prokof’ev, con la partecipazione, nel ruolo di narratori, degli attori Ramiro Besa e Andra Appi, ovvero I Papu.

Ha fondato e dirige, inoltre, il Pordenone Vocal Ensemble e AVoices, ensemble vocale femminile della Base Americana di Aviano.
Svolge attività didattica come Voice Teacher e Vocal Coach all’interno della Base Americana di Aviano ed alla Scuola di Musica dell’Istituto “E. Vendramini” di Pordenone dove tiene il Corso di Interpretazione di Musical e di Canto Moderno.

© 2020 ELLEGRAPHICS